Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
01 marzo 2004
E-0775/04
INTERROGAZIONE SCRITTA di Maurizio Turco (NI) alla Commissione

 Oggetto: Violazione della libertà religiosa in Germania
 Risposta(e) 

Visti

- l'articolo 6 del TUE;

- gli articoli 10, 22 e 52 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea;

- la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo de delle libertà fondamentali del 1950 (in particolare gli articoli 9 e 14);

- il rapporto internazionale del 2003 sulla libertà religiosa del dipartimento di Stato americano;

considerato

- che il governo tedesco non riconosce la Chiesa di Scientology come una religione e che il fatto che la ritenga una potenziale minaccia per l'ordine democratico ha provocato casi di discriminazione sul luogo di lavoro e in ambito economico nei confronti dei suoi membri, nei settori pubblico e privato;

- che il governo si è rifiutato di rilasciare un visto turistico al capo spirituale della Chiesa dell'Unificazione, il rev. Sun Myung Moon e a sua moglie, Hak Ja Har Moon;

- che le autorità della Baviera e di Amburgo hanno proposto nuove misure per limitare le attività della Chiesa di Scientology e che la Chiesa luterana sta continuando la sua campagna denigratoria contro quest'ultima e altri presunti "culti";

- che vari Lander hanno pubblicato opuscoli che illustrano l'ideologia e le pratiche di religioni minoritarie, e alcune temono che il loro inserimento in un rapporto su movimenti o culti pericolosi potrebbe danneggiare la loro reputazione; che tali misure hanno contribuito alla persistenza di atteggiamenti pubblici negativi nei confronti dei membri di religioni minoritarie;

- che nel rapporto internazionale del 2003 sulla libertà religiosa del dipartimento di Stato americano viene espressa la preoccupazione per la violazione dei diritti individuali a causa della confessione religiosa e per la potenziale discriminazione nel mercato internazionale suscitata dall'identificazione di alcune società straniere come affiliate alla Chiesa di Scientology:

la Commissione conferma di conoscere i fatti riportati?

La Commissione non ritiene che le azioni descritte ledano i diritti fondamentali garantiti dagli articoli 10 e 22 della Carta dei diritti fondamentali dell'UE e che pertanto contravvengano al fondamento degli stessi, espressamente tutelati dall'articolo 52 dello stesso corpus legislativo?

La Commissione non ritiene inoltre che tali fatti violino l'articolo 6 del TUE e pertanto i principi comuni a tutti gli Stati membri di rispetto dei diritti dell'uomo e dei diritti fondamentali?

la Commissione può comunicare in che modo intende dissuadere la Germania da tali azioni contrarie al diritto alla libertà religiosa?

In caso di mancata condanna esplicita dei fatti descritti da parte della Commissione, su quali principi giuridici essa intende basare la sua posizione?

Lingua originale dell'interrogazione: ES 
Ultimo aggiornamento: 24 marzo 2004Avviso legale