Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
9 febbraio 2009
E-0674/09
INTERROGAZIONE SCRITTA di Dan Jørgensen (PSE) alla Commissione

 Oggetto: Divieto di utilizzo del piombo
 Risposta(e) 

È stato scientificamente dimostrato che il piombo è un metallo pesante tossico, che si accumula nell’ambiente e negli esseri umani ed è nocivo per il sistema nervoso. A essere particolarmente sensibile ai suoi effetti è soprattutto il sistema nervoso dei bambini, in quanto ancora in fase di sviluppo. Alcuni studi americani hanno inoltre evidenziato che il piombo, anche in quantità estremamente ridotte, può influire sulle capacità di apprendimento e sull’intelligenza dei bambini. Il piombo può inoltre influire sulla fertilità ed essere cancerogeno, oltre a essere tossico per i microrganismi presenti nell’acqua e nel suolo.

Poiché il piombo si accumula in natura sarebbe auspicabile, nell'ambito un approccio a lungo termine, limitare il più possibile la quantità totale di piombo presente ed utilizzato nella nostra società.

Nell’Unione europea si è già deciso di vietare o limitare l’uso del piombo in molti prodotti quali benzina, vernici, prodotti alimentari, giocattoli, condutture dell’acqua potabile, apparecchiature elettroniche ecc. Tutto ciò evidenzia chiaramente l’attenzione europea nei confronti del problema e si ritiene ovvio estendere la limitazione fino ad un divieto generale nei settori nei quali esistono alternative adeguate.

Un esempio è costituito dalle coperture per tetti, settore nel quale diversi produttori di soluzioni alternative (molti in Germania, uno in Danimarca, uno in Inghilterra e uno nei Paesi Bassi) stanno già ampliando la loro produzione. Si rileva una crescita della domanda, da una parte in ragione del rendimento dei prodotti, dall’altra in ragione di un apparente cambiamento di atteggiamento per quanto riguarda l’utilizzo del piombo e la previsione di un futuro divieto. Si può inoltre ricordare che, per esempio, nello Stato del Queensland, in Australia, è vietato utilizzare il piombo come materiale di copertura per i tetti, ed in California, Stati Uniti, si sta attualmente riflettendo sull’opportunità di seguire tale strada.

Alla luce di quanto sopra esposto e sulla base del principio di precauzione, la Commissione è invitata a rispondere ai seguenti quesiti:

qual è l’atteggiamento della Commissione rispetto all’estensione della normativa esistente fino ad un divieto generale di utilizzo del piombo? Se è sfavorevole, quali sono le motivazioni a favore del mantenimento del permesso di utilizzo del piombo?
Qual è a posizione della Commissione rispetto alle conclusioni contenute nella valutazione dei rischi che l’industria del piombo ha spontaneamente deciso di condurre, e può la Commissione riferire in merito allo stato d’avanzamento di tale processo?
Quali sono i progetti concreti della Commissione per continuare a limitare la dispersione di piombo nell’ambiente, oltre a quanto previsto dalla legislazione in vigore?

Lingua originale dell'interrogazione: DAGU C 189 del 13/07/2010
Ultimo aggiornamento: 18 febbraio 2009Avviso legale