Sassoli: “Non esiste un piano B per l'Albania. Continueremo il viaggio che abbiamo iniziato insieme” 

 

Oggi, durante la sua prima visita in Albania, il Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, ha incontrato il Primo Ministro Edi Rama, insieme al Presidente del Parlamento Gramoz Ruci, i leader dei gruppi politici e delle think thank prima di rivolgersi al Parlamento di Tirana.

Durante il suo discorso, il Presidente Sassoli ha dichiarato:

“È per me un onore essere qui con voi oggi. Insieme, abbiamo attraversato un momento di amarezza e tristezza, ma sappiate che vi potete fidare del Parlamento europeo e che condividiamo la stessa visione: riconciliare l'area geografica e politica.

La decisione dell'anno scorso non è stata un "no" ma un rallentamento, un momento di transizione. Nella reazione del popolo e delle istituzioni albanesi abbiamo visto la volontà di non arrendersi e di continuare verso il cammino delle riforme. Questo è un segnale importante.

L'Albania può essere un esempio in questa regione. Abbiamo visto come è cresciuto questo Paese, che sta lottando per il dialogo e che ha fatto importanti progressi, ad esempio verso la futura riforma elettorale e nella lotta contro la criminalità e la corruzione. Spero quindi che potremo aprire i negoziati a marzo o al massimo a giugno di quest’anno.

Non bisogna perdere di vista le riforme che sono ancora necessarie. Vi incoraggio a riflettere su come adattare ulteriormente la vostra agenda politica a quella europea, ad esempio per quanto riguarda l’European Green Deal.

Usiamo saggiamente le prossime settimane e i prossimi mesi. Non esiste un piano B per l'Albania. Continueremo il viaggio che abbiamo intrapreso insieme molto tempo fa”.

Dopo il discorso al Parlamento albanese, Sassoli ha incontrato il presidente della Repubblica, Ilir Meta, e ha discusso con gli studenti universitari. Durante il secondo giorno della sua visita, il Presidente Sassoli incontrerà il sindaco di Tirana, Erion Veliaj, il presidente della DP, Lulzim Basha, e il rappresentante della SMI, Klajda Gjosha. Il Presidente Sassoli incontrerà e discuterà anche con i rappresentanti dell'UNICEF.