Ricerca per la commissione REGI - Il ruolo della valutazione nella politica di coesione

27-05-2020

La politica di coesione, che rappresenta circa un terzo del bilancio totale dell'Unione, è la politica dell'UE più soggetta a valutazione. A tal fine è previsto un ambizioso quadro di valutazione. L'attuazione pratica di tale quadro rivela una situazione contraddittoria. Sebbene esso permetta un'analisi sempre più accurata dei risultati della politica di coesione, le valutazioni non sempre hanno ricadute effettive sulla politica e sono talvolta percepite come un "onere amministrativo". Le proposte della Commissione per il periodo successivo al 2020 mirano a semplificare le norme, riducendo le disposizioni obbligatorie e limitando gli orientamenti in forma scritta. Questo comporta tuttavia alcuni rischi. Il Parlamento europeo ha un importante ruolo da svolgere. Esso dovrebbe fare tesoro deirisultati delle valutazioni al fine di rafforzare la dimensione politica della politica di coesione, contribuendo anche a una cultura della valutazione negli Stati membri e nelle regioni.

La politica di coesione, che rappresenta circa un terzo del bilancio totale dell'Unione, è la politica dell'UE più soggetta a valutazione. A tal fine è previsto un ambizioso quadro di valutazione. L'attuazione pratica di tale quadro rivela una situazione contraddittoria. Sebbene esso permetta un'analisi sempre più accurata dei risultati della politica di coesione, le valutazioni non sempre hanno ricadute effettive sulla politica e sono talvolta percepite come un "onere amministrativo". Le proposte della Commissione per il periodo successivo al 2020 mirano a semplificare le norme, riducendo le disposizioni obbligatorie e limitando gli orientamenti in forma scritta. Questo comporta tuttavia alcuni rischi. Il Parlamento europeo ha un importante ruolo da svolgere. Esso dovrebbe fare tesoro deirisultati delle valutazioni al fine di rafforzare la dimensione politica della politica di coesione, contribuendo anche a una cultura della valutazione negli Stati membri e nelle regioni.

Autore esterno

CSIL: Julie PELLEGRIN, Louis COLNOT, with support from Matteo PEDRALLI Country experts: University of Warsaw Diana IONESCU (RO), Tomasz KUPIEC (PL) Agnieszka OLECHNICKA (PL) CSIL: Matteo PEDRALLI (IT) ESTEP: Neringa VIRŠILIENĖ (LT) Scientific Advisers: FREE UNIVERSITY OF BRUSSELS-VUB: Nicola FRANCESCO DOTTI and THE UNIVERSITY OF MILAN: Massimo FLORIO