Cercare

I tuoi risultati

Visualizza 7 su 7 risultati

La commissione per il controllo dei bilanci (CONT) del Parlamento europeo raccomanda di concedere il discarico per otto sezioni amministrative del bilancio dell'UE 2016 e di rinviare la decisione a ottobre 2018 in un caso (Consiglio europeo e Consiglio). La decisione del Parlamento sulla proposta è prevista nel corso della tornata di aprile.

Nel corso della sessione plenaria di aprile, il Parlamento si appresta a votare sul discarico delle agenzie e delle imprese comuni dell'UE per l'esecuzione del bilancio 2016. La commissione per il controllo dei bilanci del Parlamento propone di concedere il discarico a tutte le agenzie e imprese comuni, tranne all'Ufficio europeo di sostegno per l'asilo.

Nel corso della sessione plenaria di aprile, il Parlamento europeo deciderà se concedere o meno il discarico per l'esercizio 2016 a diverse istituzioni e organismi dell'Unione europea (UE). La discussione sarà avviata con la relazione riguardante la Commissione europea che, assieme a sei agenzie esecutive, gestisce la quota più consistente del bilancio generale dell'Unione europea. È concesso un discarico separato alla Commissione per quanto riguarda la gestione dei Fondi europei di sviluppo (FES ...

Developments up to the Single European Act

Note tematiche sull'UE 01-04-2017

The main developments of the early Treaties are related to the creation of the Community’s own resources, the reinforcement of the budgetary powers of Parliament, election of MEPs by direct universal suffrage and the setting-up of the European Monetary System. The entry into force of the Single European Act in 1986, substantially altering the Treaty of Rome, bolstered the notion of integration by creating a large internal market.

In the context of an own-initiative rapport (rapporteur: Markus Pieper, EPP), the CONT Committee decided last year to contract a study on “Democratic accountability and budgetary control of non-governmental organisations (NGOs) funded by the EU budget” to experts from the consultancy Blomeyer&Sanz. The study was presented in a pre-release version last November. It identified difficulties in terms of data availability and transparency, stemming from the fragmentation of European Commission’s systems ...