10

risultato/i

Parola(e)
Tipo di pubblicazione
Settore di intervento
Autore
Parole chiave
Data

I saldi operativi netti o l'approccio del "giusto ritorno"

19-02-2020

I saldi operativi di bilancio (SOB) vengono calcolati e pubblicati ogni anno dalla Commissione europea nel tentativo di documentare le differenze tra, da un lato, il contributo finanziario di uno Stato membro al bilancio dell'Unione e, dall'altro, la sua spesa ripartita a carico di detto bilancio. I SOB sono diventati un concetto altamente politicizzato che presenta gravi lacune. Il calcolo di detti saldi è un mero esercizio contabile. Ciò è dimostrato in maniera estremamente convincente dall'assunto ...

I saldi operativi di bilancio (SOB) vengono calcolati e pubblicati ogni anno dalla Commissione europea nel tentativo di documentare le differenze tra, da un lato, il contributo finanziario di uno Stato membro al bilancio dell'Unione e, dall'altro, la sua spesa ripartita a carico di detto bilancio. I SOB sono diventati un concetto altamente politicizzato che presenta gravi lacune. Il calcolo di detti saldi è un mero esercizio contabile. Ciò è dimostrato in maniera estremamente convincente dall'assunto della somma zero intrinseco al concetto di saldi operativi di bilancio, dal momento che un SOB positivo di un paese deve necessariamente essere compensato da un SOB negativo, di pari entità, di un altro Stato membro. Evidentemente, tale prospettiva è in netto contrasto con l'idea di un bilancio dell'UE che non sia principalmente concepito come un sistema di ridistribuzione fiscale, ma piuttosto come uno strumento inteso a generare un valore aggiunto europeo.

Autore esterno

Zareh Astryan, Annika Havlik, Friedrich Heinemann, Justus Nover, Marta Pilati

L'indicatore del saldo operativo netto: un indicatore distorto dei vantaggi tratti da uno Stato membro dal bilancio dell'UE

19-02-2020

I calcoli del saldo operativo di bilancio (SOB) implicano che la spesa dell'UE sia un gioco a somma zero. Questa caratteristica contrasta con l'argomentazione principale secondo cui la spesa dell'UE crea un va-lore aggiunto europeo. Pertanto, limitarsi a considerare i saldi operativi netti quali indicatori del "beneficio netto" tratto da uno Stato membro dalle attività di bilancio dell'Unione può portare a risultati fuorvianti, come dimostreremo nell'argomentazione seguente.

I calcoli del saldo operativo di bilancio (SOB) implicano che la spesa dell'UE sia un gioco a somma zero. Questa caratteristica contrasta con l'argomentazione principale secondo cui la spesa dell'UE crea un va-lore aggiunto europeo. Pertanto, limitarsi a considerare i saldi operativi netti quali indicatori del "beneficio netto" tratto da uno Stato membro dalle attività di bilancio dell'Unione può portare a risultati fuorvianti, come dimostreremo nell'argomentazione seguente.

Autore esterno

Zareh Astryan, Annika Havlik, Friedrich Heinemann, Justus Nover

Vantaggi dell'appartenenza all'UE: non misurati dai saldi operativi netti

19-02-2020

I saldi operativi di bilancio nazionali non tengono conto di tutti i vantaggi economici e non monetari che gli Stati membri traggono dall'appartenenza all'UE. In numerosi ambiti di intervento con caratteristiche tran-sfrontaliere e una domanda di massa critica, un'azione comune a livello di UE può dare risultati migliori rispetto a iniziative nazionali frammentate. Diversi studi dimostrano che il mercato unico ha incrementato l'occupazione e la crescita. L'incidenza dell'approfondimento del mercato ...

I saldi operativi di bilancio nazionali non tengono conto di tutti i vantaggi economici e non monetari che gli Stati membri traggono dall'appartenenza all'UE. In numerosi ambiti di intervento con caratteristiche tran-sfrontaliere e una domanda di massa critica, un'azione comune a livello di UE può dare risultati migliori rispetto a iniziative nazionali frammentate. Diversi studi dimostrano che il mercato unico ha incrementato l'occupazione e la crescita. L'incidenza dell'approfondimento del mercato unico dal 1990 è stata quantificata a 3,6 milioni di nuovi posti di lavoro. Inoltre, il PIL dell'UE sarebbe inferiore dell'8,7 % se non vi fosse stata l’integrazione del mercato unico. Grazie al mercato unico, il cittadino medio dell'UE guadagna 840 EUR in più all'anno. Se è vero che tutti i citta-dini dell'UE beneficiano di un reddito maggiore grazie al mercato unico, tali effetti sono più elevati, in termini assoluti, per gli europei occidentali. Rispetto al PIL, i guadagni e le perdite sono più simili.

Autore esterno

Marta Pilati, Fabian Zuleeg

Come superare l'ossessione del "giusto ritorno"

19-02-2020

Il saldo netto di bilancio è un indicatore estremamente fuorviante dei benefici derivanti dalla spesa dell'Unione e dall'appartenenza alla stessa. Le decisioni in materia di bilancio adottate sulla base di questo indicatore si traducono in politiche inadeguate, in quanto sono sbilanciate a favore di programmi che prevedono un flusso monetario di ritorno verso gli Stati membri. Questa mentalità all'insegna del "giusto ritorno" rappresenta un grande ostacolo al conseguimento di un maggiore valore aggiunto ...

Il saldo netto di bilancio è un indicatore estremamente fuorviante dei benefici derivanti dalla spesa dell'Unione e dall'appartenenza alla stessa. Le decisioni in materia di bilancio adottate sulla base di questo indicatore si traducono in politiche inadeguate, in quanto sono sbilanciate a favore di programmi che prevedono un flusso monetario di ritorno verso gli Stati membri. Questa mentalità all'insegna del "giusto ritorno" rappresenta un grande ostacolo al conseguimento di un maggiore valore aggiunto europeo attraverso il bilancio dell'UE. La causa alla radice di tale preoccupazione, fuorviante e negativa, per un saldo netto è da ricondursi all'elevata rilevanza e all'attrattiva politica delle strategie basate sui flussi di ritorno, dove i beneficiari nazionali e regionali sono facilmente identificabili. Le politiche che apportano benefici più disomogenei a livello europeo e che non implicano pagamenti in favore degli Stati membri ricevono un minore sostegno elettorale e politico.

Autore esterno

Friedrich Heinemann, Marta Pilati, Fabian Zuleeg

"Rivoglio indietro i miei soldi": La storia delle correzioni nazionali

19-02-2020

Una breve panoramica della storia del sistema delle risorse proprie e delle sue correzioni

Una breve panoramica della storia del sistema delle risorse proprie e delle sue correzioni

Autore esterno

Zareh Asatryan, Annika Havlik, Friedrich Heinemann, Justus Nover, Marta Pilati

I vantaggi derivanti dall'appartenenza all'UE non sono misurabili in base al saldo operativo netto

19-02-2020

I saldi operativi di bilancio nazionali non tengono conto di tutti i vantaggi economici e non monetari che gli Stati membri traggono dall'appartenenza all'UE. In molti settori politici con caratteristiche transfrontaliere e una domanda di massa critica, un'azione comune a livello di UE può determinare risultati migliori rispetto a iniziative nazionali frammentate. Diversi studi dimostrano che il mercato unico ha aumentato l'occupazione e la crescita. L'effetto dell'approfondimento del mercato unico ...

I saldi operativi di bilancio nazionali non tengono conto di tutti i vantaggi economici e non monetari che gli Stati membri traggono dall'appartenenza all'UE. In molti settori politici con caratteristiche transfrontaliere e una domanda di massa critica, un'azione comune a livello di UE può determinare risultati migliori rispetto a iniziative nazionali frammentate. Diversi studi dimostrano che il mercato unico ha aumentato l'occupazione e la crescita. L'effetto dell'approfondimento del mercato unico dal 1990 è stato quantificato in 3,6 milioni di nuovi posti di lavoro. Inoltre, il PIL dell'UE sarebbe inferiore dell'8,7 % se non vi fosse stata l’integrazione del mercato unico. Grazie al mercato unico, il cittadino medio dell'UE guadagna 840 EUR in più all'anno. Mentre tutti i cittadini dell'UE beneficiano di guadagni in termini di reddito grazie al mercato unico, questi effetti sono più elevati per gli europei occidentali in termini assoluti. Rispetto al PIL, gli utili e le perdite sono più simili.

Autore esterno

Marta Pilati, Fabian Zuleeg

Perché i saldi operativi netti sono un indicatore distorto dei benefici che uno Stato membro deriva dal bilancio dell'UE

19-02-2020

I calcoli del saldo operativo di bilancio (SOB) implicano che la spesa dell'UE sia un gioco a somma zero. Questa caratteristica contrasta con l'argomentazione principale secondo cui la spesa dell'UE crea un valore aggiunto europeo. Pertanto, limitarsi a considerare i saldi operativi netti quali indicatori del "beneficio netto" che uno Stato membro deriva dalle attività di bilancio dell'Unione può portare a risultati fuorvianti, come dimostreremo nell'argomentazione seguente.

I calcoli del saldo operativo di bilancio (SOB) implicano che la spesa dell'UE sia un gioco a somma zero. Questa caratteristica contrasta con l'argomentazione principale secondo cui la spesa dell'UE crea un valore aggiunto europeo. Pertanto, limitarsi a considerare i saldi operativi netti quali indicatori del "beneficio netto" che uno Stato membro deriva dalle attività di bilancio dell'Unione può portare a risultati fuorvianti, come dimostreremo nell'argomentazione seguente.

Autore esterno

Zareh Astryan, Annika Havlik, Friedrich Heinemann, Justus Nover

I saldi operativi netti: varianti, dati emergenti e storia

19-02-2020

I saldi operativi di bilancio (SOB) vengono calcolati e pubblicati ogni anno dalla Commissione europea nel tentativo di documentare le differenze tra, da un lato, il contributo finanziario di uno Stato membro al bilancio dell'UE e, dall'altro, la sua spesa ripartita a carico di detto bilancio. I SOB sono diventati un concetto altamente politicizzato che presenta gravi lacune. Il calcolo dei SOB è un mero esercizio contabile. Ciò è dimostrato in maniera estremamente convincente dall'assunto della ...

I saldi operativi di bilancio (SOB) vengono calcolati e pubblicati ogni anno dalla Commissione europea nel tentativo di documentare le differenze tra, da un lato, il contributo finanziario di uno Stato membro al bilancio dell'UE e, dall'altro, la sua spesa ripartita a carico di detto bilancio. I SOB sono diventati un concetto altamente politicizzato che presenta gravi lacune. Il calcolo dei SOB è un mero esercizio contabile. Ciò è dimostrato in maniera estremamente convincente dall'assunto della somma zero intrinseco al concetto di saldi operativi di bilancio, dal momento che un SOB positivo di un paese deve necessariamente essere compensato da un SOB negativo, di pari entità, di un altro Stato membro. Evidentemente, tale prospettiva è in netto contrasto con l'idea di un bilancio dell'UE che non sia principalmente concepito come un sistema di ridistribuzione fiscale, ma piuttosto come uno strumento inteso a generare un valore aggiunto europeo.

Autore esterno

Zareh Astryan, Annika Havlik, Friedrich Heinemann, Justus Nover, Marta Pilati

Strategie per superare il principio del "giusto ritorno" in relazione al bilancio dell'UE

19-02-2020

Il saldo netto di bilancio è un indicatore estremamente fuorviante dei benefici derivanti dalla spesa dell'Unione e dall'appartenenza alla stessa. Le decisioni in materia di bilancio adottate sulla base di questo indicatore si traducono in politiche inadeguate, in quanto sono sbilanciate a favore di programmi che prevedono un flusso monetario di ritorno verso gli Stati membri. Questa mentalità all'insegna del "giusto ritorno" rappresenta un grande ostacolo al conseguimento di un maggiore valore aggiunto ...

Il saldo netto di bilancio è un indicatore estremamente fuorviante dei benefici derivanti dalla spesa dell'Unione e dall'appartenenza alla stessa. Le decisioni in materia di bilancio adottate sulla base di questo indicatore si traducono in politiche inadeguate, in quanto sono sbilanciate a favore di programmi che prevedono un flusso monetario di ritorno verso gli Stati membri. Questa mentalità all'insegna del "giusto ritorno" rappresenta un grande ostacolo al conseguimento di un maggiore valore aggiunto europeo attraverso il bilancio dell'UE. La causa alla radice di tale preoccupazione, fuorviante e negativa, per un saldo netto è da ricondursi all'elevata rilevanza e all'attrattiva politica delle strategie basate sui flussi di ritorno, dove i beneficiari nazionali e regionali sono facilmente identificabili. Le politiche che apportano benefici più disomogenei a livello europeo e che non implicano pagamenti in favore degli Stati membri ricevono un minore sostegno elettorale e politico.

Autore esterno

Giacomo Benedetto, Friedrich Heinemann, Fabian Zuleeg

European arrest warrant

19-02-2020

The European Arrest Warrant has led to simplified and faster surrender procedures for suspects and sentenced persons. However, trust in the system needs to be enhanced through proper implementation and further harmonisation of substantive and procedural criminal law.

The European Arrest Warrant has led to simplified and faster surrender procedures for suspects and sentenced persons. However, trust in the system needs to be enhanced through proper implementation and further harmonisation of substantive and procedural criminal law.