Please fill this field

Ultimi documenti

Alcuni di questi documenti potrebbero non essere disponibili nella lingua ricercata e verrà automaticamente suggerita un'altra versione linguistica. Vi è un'icona che rappresenta la versione linguistica suggerita. (e.g.: FR ).

EU Gender budgeting: where do we stand? EN

28-10-2020 PE 660.058 BUDG CONT
Briefing
Riassunto : Gender budgeting has a fundamental impact on inclusive and economic growth, fostering employment, reducing poverty, addressing ageing population and increasing Gross Domestic Product (GDP). According to the study of the European Institute for Gender Equality (EIGE), the estimated impact of improved gender equality varies considerably across member states from 4% to 12% of GDP, depending on the present level of achievement of gender equality.
Autori : Rita CALATOZZOLO, CAMILLE MARIE LIGIA SIMOES

Commitments made at the hearings of the Commissioners-designate - von der Leyen Commission 2019-2024 EN

16-10-2020 PE 630.241 TRAN PETI ITRE INTA BUDG AFET DEVE EMPL ENVI CONT ECON REGI IMCO PECH CULT AGRI AFCO FEMM JURI LIBE
In sintesi
Riassunto : This document provides links to all Briefings produced by the Policy Departments of the Directorate-General for Internal Policies and of the Directorate-General for External Policies of the European Parliament, with salient points and essential commitments made by the Vice-Presidents and Commissioners-designates at their respective hearings before the European Parliament, in September-November 2019 and in October 2020. For an exhaustive list of all commitments made and positions taken by the candidates, the full verbatim report of each public hearing is available on the dedicated hearings website of the European Parliament, as are the written questions and answers.

Policy Departments’ Monthly Highlights - November 2020 EN

15-10-2020 PE 648.239 ECON REGI BUDG AFET JURI
In sintesi
Riassunto : The Monthly Highlights publication provides an overview, at a glance, of the on-going work of the policy departments, including a selection of the latest and forthcoming publications, and a list of future events.

Commitments made at the hearing of Valdis Dombrovskis Commissioner for Trade EN

08-10-2020 PE 639.316 ECON INTA BUDG AFET DEVE
Briefing
Riassunto : The Commission Executive Vice-President/Commissioner-designate, Valdis Dombrovskis, appeared before the European Parliament on 02 October 2020 to answer questions put by MEPs from the Committee on International Trade, in association with the Committees on Foreign Affairs, on Economic and Monetary Affairs, on Development and on Budgets. During the hearing, he made a number of commitments which are highlighted in this document. These commitments refer to his portfolio as Trade Commissioner, as described in the mission letter sent to him by Ursula von der Leyen, President-elect of the European Commission, including: - A level playing field for all; - Strengthening Europe’s global leadership; - Trade for sustainable development and climate action
Autori : Mario DAMEN, WOLFGANG IGLER

Policy Departments' Monthly Highlights - September 2020 EN

11-09-2020 PE 648.238 BUDG CULT AFET EMPL LIBE
In sintesi
Riassunto : The Monthly Highlights publication provides an overview, at a glance, of the on-going work of the policy departments, including a selection of the latest and forthcoming publications, and a list of future events.

Documenting climate mainstreaming in the EU budget - making the system more transparent, strigent and comprehensive EN

16-07-2020 PE 654.166 BUDG CONT
Studio
Riassunto : This study examines the current methodologies used for tracking climate-related and biodiversity-related expenditure in the EU budget. It identifies strengths and weaknesses of the current methodologies, and examines proposed changes to the methodologies for the 2021-2027 financial perspective. On this basis, it identifies potential objectives for strengthening the tracking mechanisms, and puts forward suggested approaches to meeting those objectives.
Autori : Martin NESBIT Thorfinn STAINFORTH Kaley HART Evelyn UNDERWOOD Gustavo BECERRA Institute for European Environmental Policy

Next Generation EU - Where are assigned revenue? Which impact in 2021? EN

15-07-2020 PE 656.549 BUDG CONT
Briefing
Riassunto : Exception to the budgetary principle of universality, assigned revenues flatten at 10.5 % in last years. In the emergency European Recovery Instrument, “Next Generation EU”, put forward by the Commission EUR 500 billion are external assigned revenue. In 2021, contributions from “Next Generation EU” are planned to provide an additional EUR 211.3 billion of assigned revenue. in 2021, assigned revenue will surge to EUR 220 000 million in commitments and EUR 46 100 million in payments, from a total amount of EUR 17 405.5 million in commitment appropriations and EUR 19 159.6 million in payments appropriations in 2019. On assigned revenue, the European Parliament is excluded from the decision-making process. Given the size of the amount in question, the budgetary treatment of external assigned revenue should be reassessed.
Autori : Alexandre MATHIS

Pilot Projects and Preparatory Actions in the EU Budget 2014-2019 EN

15-07-2020 PE 654.474 BUDG CONT
Studio
Riassunto : This study performs a “reality check” of Pilot Projects and Preparatory Actions (PPPAs) included in the EU budget over 2014-2019 and assesses their use as a strategic political tool. It covers 324 PPPAs with an aggregate value of EUR 337 million to date. PPPAs can trigger new or fine-tune existing legislation or policy and generate important lessons learnt. However, there is no systematic data to assess their effectiveness. The study identifies a series of areas for improvement.
Autori : Blomeyer & Sanz Roderick ACKERMANN, Roland BLOMEYER, José PAPI, Margarita SANZ

Come i fondi UE affrontano i divari economici nell’Unione europea

13-07-2020 PE 654.525 BUDG CONT
Studio
Riassunto : Nel valutare i benefici finanziari che gli Stati membri (SM) ottengono dall'Unione europea (UE) gli SM si concentrano principalmente sulle rispettive posizioni nette, ovvero il saldo netto tra i contributi nazionali e i trasferimenti ricevuti dal bilancio UE. Questa linea del "giusto ritorno" comporta diversi limiti e problemi e trascura completamente i benefici che gli Stati membri ottengono al di là dei semplici flussi finanziari riferibili al bilancio dell'UE. Gli Stati membri possono infatti trarre benefici indiretti dai vari interventi e politiche finanziati dal bilancio UE. I benefici creati possono anche riguardare l'UE nel suo complesso quando si tratta di politiche coordinate e finanziate dall'Unione in sostituzione o a integrazione di singole azioni non coordinate a livello di SM con conseguente creazione di ulteriore valore aggiunto dovuto all’instaurarsi di sinergie. Gli SM beneficiano anche degli investimenti diretti intra-UE, del commercio intra-UE e degli effetti di rete dell'UE. Pertanto, la "logica della posizione netta" potrebbe essere integrata da indicatori supplementari che forniscano un quadro più completo dei benefici complessivi derivanti agli Stati membri dall'adesione all'Unione e dal suo bilancio. Diverse opzioni di riforma interna al bilancio dell’UE potrebbero contribuire a superare la suddetta prospettiva.
Autori : WIIW: Mr Robert Stehrer, Mr Roman Stöllinger, Mr Gabor Hunya, Ms Doris Hanzl-Weiss, Mr Mario Holzner, Mr Oliver Reiter WIFO: Ms Margit Schratzenstaller, Ms Julia Bachtrögler Blomeyer & Sanz: Ms Veronika Kubeková, Mr Roland Blomeyer

Policy Departments' Monthly Highlights - July 2020 EN

03-07-2020 PE 630.250 ITRE BUDG AFET AGRI FEMM CONT
In sintesi
Riassunto : The Monthly Highlights publication provides an overview, at a glance, of the on-going work of the policy departments, including a selection of the latest and forthcoming publications, and a list of future events.

Nominations for Members of the European Court of Auditors EN

15-06-2020 PE 654.527 BUDG CONT
In sintesi
Riassunto : Short presentation of - Treaty provisions and appointment procedure, - upcoming and recent nominations and - avenues for further research.
Autori : Michaela FRANKE

Assigned revenue in the Recovery Plan - The frog that wishes to be as big as the ox? EN

15-06-2020 PE 654.526 BUDG CONT
Briefing
Riassunto : Exception to the budgetary principle of universality, assigned revenues flatten at 10.5 % in last years. The emergency European Recovery Instrument put forward by the Commission amounts to EUR 750 billion. Out of this EUR 750 billion, EUR 500 billion are external assigned revenue. Therefore, more than a third of the EU budget will be considered as assigned revenue in the EU budget. On assigned revenue, the European Parliament is excluded from the decision-making process. Given the size of the amount in question, the budgetary treatment of external assigned revenue should be reassessed.
Autori : Alexandre MATHIS

Policy Departments' Monthly Highlights - June 2020 EN

12-06-2020 PE 630.249 INTA BUDG REGI IMCO LIBE
In sintesi
Riassunto : The Monthly Highlights publication provides an overview, at a glance, of the on-going work of the policy departments, including a selection of the latest and forthcoming publications, and a list of future events.

Policy Departments' Monthly Highlights - May 2020 EN

11-05-2020 PE 630.248 ITRE ECON REGI BUDG IMCO EMPL ENVI LIBE DROI
In sintesi
Riassunto : The Monthly Highlights publication provides an overview, at a glance, of the on-going work of the policy departments, including a selection of the latest and forthcoming publications, and a list of future events.

Il Fondo “Just Transition”- Come il bilancio UE può contribuire al meglio alla necessaria transizione dai combustibili fossili all'energia sostenibile

15-04-2020 PE 651.444 BUDG CONT
Studio
Riassunto : Il 14 gennaio 2020, la Commissione europea ha pubblicato la proposta di Meccanismo per una transizione giusta, inteso a fornire sostegno ai territori che fanno fronte a gravi sfide socioeconomiche connesse alla transizione verso la neutralità climatica. Questo studio fornisce un'analisi completa di come l'UE possa, con gli strumenti a propria disposizione, assicurare al meglio una "transizione equa" in tutti i suoi territori e per tutti i suoi cittadini. Esso fornisce una panoramica e una valutazione critica della proposta della Commissione e suggerisce possibili modifiche basate sulle migliori prassi derivate da altre iniziative in materia di transizione equa.
Autori : Bruegel Ms Aliénor CAMERON; Dr Grégory CLAEYS; Ms Catarina MIDŐES; Dr Simone TAGLIAPIETRA

I saldi operativi netti o l'approccio del "giusto ritorno"

19-02-2020 PE 648.760 BUDG CONT
In sintesi
Riassunto : I saldi operativi di bilancio (SOB) vengono calcolati e pubblicati ogni anno dalla Commissione europea nel tentativo di documentare le differenze tra, da un lato, il contributo finanziario di uno Stato membro al bilancio dell'Unione e, dall'altro, la sua spesa ripartita a carico di detto bilancio. I SOB sono diventati un concetto altamente politicizzato che presenta gravi lacune. Il calcolo di detti saldi è un mero esercizio contabile. Ciò è dimostrato in maniera estremamente convincente dall'assunto della somma zero intrinseco al concetto di saldi operativi di bilancio, dal momento che un SOB positivo di un paese deve necessariamente essere compensato da un SOB negativo, di pari entità, di un altro Stato membro. Evidentemente, tale prospettiva è in netto contrasto con l'idea di un bilancio dell'UE che non sia principalmente concepito come un sistema di ridistribuzione fiscale, ma piuttosto come uno strumento inteso a generare un valore aggiunto europeo.
Autori : Zareh Astryan, Annika Havlik, Friedrich Heinemann, Justus Nover, Marta Pilati

L'indicatore del saldo operativo netto: un indicatore distorto dei vantaggi tratti da uno Stato membro dal bilancio dell'UE

19-02-2020 PE 648.761 BUDG CONT
In sintesi
Riassunto : I calcoli del saldo operativo di bilancio (SOB) implicano che la spesa dell'UE sia un gioco a somma zero. Questa caratteristica contrasta con l'argomentazione principale secondo cui la spesa dell'UE crea un va-lore aggiunto europeo. Pertanto, limitarsi a considerare i saldi operativi netti quali indicatori del "beneficio netto" tratto da uno Stato membro dalle attività di bilancio dell'Unione può portare a risultati fuorvianti, come dimostreremo nell'argomentazione seguente.
Autori : Zareh Astryan, Annika Havlik, Friedrich Heinemann, Justus Nover

Vantaggi dell'appartenenza all'UE: non misurati dai saldi operativi netti

19-02-2020 PE 648.762 BUDG CONT
In sintesi
Riassunto : I saldi operativi di bilancio nazionali non tengono conto di tutti i vantaggi economici e non monetari che gli Stati membri traggono dall'appartenenza all'UE. In numerosi ambiti di intervento con caratteristiche tran-sfrontaliere e una domanda di massa critica, un'azione comune a livello di UE può dare risultati migliori rispetto a iniziative nazionali frammentate. Diversi studi dimostrano che il mercato unico ha incrementato l'occupazione e la crescita. L'incidenza dell'approfondimento del mercato unico dal 1990 è stata quantificata a 3,6 milioni di nuovi posti di lavoro. Inoltre, il PIL dell'UE sarebbe inferiore dell'8,7 % se non vi fosse stata l’integrazione del mercato unico. Grazie al mercato unico, il cittadino medio dell'UE guadagna 840 EUR in più all'anno. Se è vero che tutti i citta-dini dell'UE beneficiano di un reddito maggiore grazie al mercato unico, tali effetti sono più elevati, in termini assoluti, per gli europei occidentali. Rispetto al PIL, i guadagni e le perdite sono più simili.
Autori : Marta Pilati, Fabian Zuleeg

Come superare l'ossessione del "giusto ritorno"

19-02-2020 PE 648.763 BUDG CONT
In sintesi
Riassunto : Il saldo netto di bilancio è un indicatore estremamente fuorviante dei benefici derivanti dalla spesa dell'Unione e dall'appartenenza alla stessa. Le decisioni in materia di bilancio adottate sulla base di questo indicatore si traducono in politiche inadeguate, in quanto sono sbilanciate a favore di programmi che prevedono un flusso monetario di ritorno verso gli Stati membri. Questa mentalità all'insegna del "giusto ritorno" rappresenta un grande ostacolo al conseguimento di un maggiore valore aggiunto europeo attraverso il bilancio dell'UE. La causa alla radice di tale preoccupazione, fuorviante e negativa, per un saldo netto è da ricondursi all'elevata rilevanza e all'attrattiva politica delle strategie basate sui flussi di ritorno, dove i beneficiari nazionali e regionali sono facilmente identificabili. Le politiche che apportano benefici più disomogenei a livello europeo e che non implicano pagamenti in favore degli Stati membri ricevono un minore sostegno elettorale e politico.
Autori : Friedrich Heinemann, Marta Pilati, Fabian Zuleeg

"Rivoglio indietro i miei soldi": La storia delle correzioni nazionali

19-02-2020 PE 648.764 BUDG CONT
In sintesi
Riassunto : Una breve panoramica della storia del sistema delle risorse proprie e delle sue correzioni
Autori : Zareh Asatryan, Annika Havlik, Friedrich Heinemann, Justus Nover, Marta Pilati

I vantaggi derivanti dall'appartenenza all'UE non sono misurabili in base al saldo operativo netto

19-02-2020 PE 648.145 BUDG CONT
Briefing
Riassunto : I saldi operativi di bilancio nazionali non tengono conto di tutti i vantaggi economici e non monetari che gli Stati membri traggono dall'appartenenza all'UE. In molti settori politici con caratteristiche transfrontaliere e una domanda di massa critica, un'azione comune a livello di UE può determinare risultati migliori rispetto a iniziative nazionali frammentate. Diversi studi dimostrano che il mercato unico ha aumentato l'occupazione e la crescita. L'effetto dell'approfondimento del mercato unico dal 1990 è stato quantificato in 3,6 milioni di nuovi posti di lavoro. Inoltre, il PIL dell'UE sarebbe inferiore dell'8,7 % se non vi fosse stata l’integrazione del mercato unico. Grazie al mercato unico, il cittadino medio dell'UE guadagna 840 EUR in più all'anno. Mentre tutti i cittadini dell'UE beneficiano di guadagni in termini di reddito grazie al mercato unico, questi effetti sono più elevati per gli europei occidentali in termini assoluti. Rispetto al PIL, gli utili e le perdite sono più simili.
Autori : Marta Pilati, Fabian Zuleeg

Perché i saldi operativi netti sono un indicatore distorto dei benefici che uno Stato membro deriva dal bilancio dell'UE

19-02-2020 PE 648.148 BUDG CONT
Briefing
Riassunto : I calcoli del saldo operativo di bilancio (SOB) implicano che la spesa dell'UE sia un gioco a somma zero. Questa caratteristica contrasta con l'argomentazione principale secondo cui la spesa dell'UE crea un valore aggiunto europeo. Pertanto, limitarsi a considerare i saldi operativi netti quali indicatori del "beneficio netto" che uno Stato membro deriva dalle attività di bilancio dell'Unione può portare a risultati fuorvianti, come dimostreremo nell'argomentazione seguente.
Autori : Zareh Astryan, Annika Havlik, Friedrich Heinemann, Justus Nover

I saldi operativi netti: varianti, dati emergenti e storia

19-02-2020 PE 648.183 BUDG CONT
Briefing
Riassunto : I saldi operativi di bilancio (SOB) vengono calcolati e pubblicati ogni anno dalla Commissione europea nel tentativo di documentare le differenze tra, da un lato, il contributo finanziario di uno Stato membro al bilancio dell'UE e, dall'altro, la sua spesa ripartita a carico di detto bilancio. I SOB sono diventati un concetto altamente politicizzato che presenta gravi lacune. Il calcolo dei SOB è un mero esercizio contabile. Ciò è dimostrato in maniera estremamente convincente dall'assunto della somma zero intrinseco al concetto di saldi operativi di bilancio, dal momento che un SOB positivo di un paese deve necessariamente essere compensato da un SOB negativo, di pari entità, di un altro Stato membro. Evidentemente, tale prospettiva è in netto contrasto con l'idea di un bilancio dell'UE che non sia principalmente concepito come un sistema di ridistribuzione fiscale, ma piuttosto come uno strumento inteso a generare un valore aggiunto europeo.
Autori : Zareh Astryan, Annika Havlik, Friedrich Heinemann, Justus Nover, Marta Pilati

Strategie per superare il principio del "giusto ritorno" in relazione al bilancio dell'UE

19-02-2020 PE 648.186 BUDG CONT
Briefing
Riassunto : Il saldo netto di bilancio è un indicatore estremamente fuorviante dei benefici derivanti dalla spesa dell'Unione e dall'appartenenza alla stessa. Le decisioni in materia di bilancio adottate sulla base di questo indicatore si traducono in politiche inadeguate, in quanto sono sbilanciate a favore di programmi che prevedono un flusso monetario di ritorno verso gli Stati membri. Questa mentalità all'insegna del "giusto ritorno" rappresenta un grande ostacolo al conseguimento di un maggiore valore aggiunto europeo attraverso il bilancio dell'UE. La causa alla radice di tale preoccupazione, fuorviante e negativa, per un saldo netto è da ricondursi all'elevata rilevanza e all'attrattiva politica delle strategie basate sui flussi di ritorno, dove i beneficiari nazionali e regionali sono facilmente identificabili. Le politiche che apportano benefici più disomogenei a livello europeo e che non implicano pagamenti in favore degli Stati membri ricevono un minore sostegno elettorale e politico.
Autori : Giacomo Benedetto, Friedrich Heinemann, Fabian Zuleeg

Policy Departments' Monthly Highlights - February 2020 EN

10-02-2020 PE 630.245 REGI BUDG EMPL SEDE FEMM
In sintesi
Riassunto : The Monthly Highlights publication provides an overview, at a glance, of the on-going work of the policy departments, including a selection of the latest and forthcoming publications, and a list of future events.

EU Own Resources EN

15-01-2020 PE 647.459 BUDG CONT
Briefing
Riassunto : This Briefing is a background note for the Committee on Budgets public hearing on “EU Own Resources and Fiscal Policy Harmonisation: Untapped potential for Synergies?” held on 23 January 2020. It describes the very specific structure of the EU revenue which come from three types of own resources, i) traditional own resources, ii) VAT-based own resource and iii) GNI-based own resource. State of play of what has been done to improve own resource is provided. Lastly, fiscal policy harmonisation initiatives in force and proposed are listed.
Autori : Alexandre MATHIS

Policy Departments' Monthly Highlights - January 2020 EN

13-01-2020 PE 630.244 ECON BUDG AGRI AFCO SEDE
In sintesi
Riassunto : The Monthly Highlights publication provides an overview, at a glance, of the on-going work of the policy departments, including a selection of the latest and forthcoming publications, and a list of future events.

Policy Departments' Monthly Highlights - December 2019 EN

16-12-2019 PE 630.243 SEDE DROI INTA BUDG AFET AGRI ENVI FEMM CONT
In sintesi
Riassunto : The Monthly Highlights publication provides an overview, at a glance, of the on-going work of the policy departments, including a selection of the latest and forthcoming publications, and a list of future events.

Policy Departments' Monthly Highlights - November 2019 EN

26-11-2019 PE 630.242 INTA BUDG AGRI JURI ECON
In sintesi
Riassunto : The Monthly Highlights publication provides an overview, at a glance, of the on-going work of the policy departments, including a selection of the latest and forthcoming publications, and a list of future events.

Impegni assunti in occasione delle audizioni dei commissari designati - Commissione Von der Leyen, 2019-2024

25-11-2019 PE 629.837 TRAN PETI ITRE INTA BUDG AFET DEVE EMPL ENVI CONT REGI IMCO ECON PECH CULT AGRI AFCO FEMM JURI LIBE
Briefing
Riassunto : Il presente documento contiene una sintesi dei punti salienti e degli impegni essenziali espressi dai vicepresidenti e dai commissari designati in occasione delle rispettive audizioni dinanzi al Parlamento europeo, con l'obiettivo di fornire uno strumento pratico e conciso per monitorare gli sforzi e le azioni dei futuri commissari. Per un elenco esaustivo di tutte le posizioni e di tutti gli impegni assunti dai candidati, è possibile consultare il resoconto integrale di ciascuna audizione pubblica come pure le domande e risposte scritte sul sito web del Parlamento dedicato alle audizioni.

Commitments made at the hearing of Johannes HAHN, Commissioner-designate - Budget and Administration EN

22-11-2019 PE 636.481 BUDG CONT
Briefing
Riassunto : The commissioner-designate, Johannes Hahn, appeared before the European Parliament on 03 October 2019 to answer MEPs’ questions. During the hearing, he made a number of commitments which are highlighted in this document. These commitments refer to his portfolio, as described in the mission letter sent to him by Ursula von der Leyen, President-elect of the European Commission, including: the Multiannual Financial Framework, modernisation and digitalisation of the Commission and the protection of EU financial interests.
Autori : Alix DELASNERIE

Policy Departments' Monthly Highlights - October 2019 EN

21-10-2019 PE 629.838 INTA BUDG CULT ENVI FEMM CONT
In sintesi
Riassunto : The Monthly Highlights publication provides an overview, at a glance, of the on-going work of the policy departments, including a selection of the latest and forthcoming publications, and a list of future events.

Policy Departments' Monthly Highlights - September 2019 EN

16-09-2019 PE 629.836 PETI INTA REGI BUDG EMPL
In sintesi
Riassunto : The Monthly Highlights publication provides an overview, at a glance, of the on-going work of the policy departments, including a selection of the latest and forthcoming publications, and a list of future events.

Follow up to the 2009 and 2014 Studies on the Code of Conduct for Commissioners - Improving Effectiveness and Efficiency EN

15-07-2019 PE 636.480 BUDG CONT
Analisi approfondita
Riassunto : The European Parliament is very attentive to the issue of transparency and integrity within the EU institutions. In the past, the EP has commissioned two studies to verify the level of effectiveness and efficiency of the Code of Conduct for Commissioners of the European Commission. This in-depth analysis verifies whether the Code of Conduct of 2018 complies with the requests the EP has made in order to guarantee the best performance in terms of transparency and integrity by the EC Commissioners. Most of the EP requests have been satisfied. However, there is still some room for improvement in terms of transparency of the Independent Ethical Committee, the cooling off period for Commissioners and provisions related to the role of the European Ombudsman within the Code. Moreover, the Code of Conduct, being a soft law instrument, could be upgraded to a hard law instrument having a stronger binding force. Finally, the EP could reiterate the study recommendations concerning stricter provisions on the involvement of Commissioners in the national, regional or local politics.
Autori : Rita CALATOZZOLO