Ricerca

Per contattarci

Proposte relative ad atti dell'Unione: concetto

Ogni deputato può presentare una proposta per chiedere alla Commissione di proporre un atto dell'Unione (un nuovo atto o la modifica di un atto esistente) nel quadro del diritto di iniziativa del Parlamento a norma dell'articolo 225 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea.

Proposte relative ad atti dell'Unione: procedura

  • Una proposta relativa a un atto dell'Unione può essere presentata congiuntamente da un massimo di 10 deputati. Essa indica la base giuridica su cui è fondata e può essere corredata da una motivazione di non oltre 150 parole.
  • Il Presidente verifica se sono soddisfatti i requisiti giuridici. Ai fini di tale verifica il Presidente può deferire la proposta alla commissione competente per un parere sull'adeguatezza della base giuridica. Se il Presidente reputa la proposta ammissibile, ne dà comunicazione in Aula e la trasmette per esame alla commissione competente.
  • Entro tre mesi dal deferimento e dopo aver dato agli autori della proposta la possibilità di rivolgersi alla commissione, la commissione competente decide in merito al seguito da dare alla proposta.
  • Il nome degli autori della proposta viene indicato nel titolo della relazione.

Proposte relative ad atti dell'Unione: distribuzione

Le proposte di atti dell'Unione sono pubblicate nelle lingue ufficiali e sono disponibili sul sito Internet del Parlamento.